graffiti_pompeiani

correspondance entre des élèves d'Egletons et des élèves de Frigento et de Pietradefusi.

02 décembre 2006

De fabulis Atellanis.

L'argomento che state studiando, cari studenti, è molto interessante; ed è importante che dedichiate ad esso una vostra approfondita ricerca. Aggiungo soltanto qualche notizia sul teatro romano delle origini che riguarda la mia regione, la Campania.

Le prime forme teatrali a Roma provengono dall'esterno. Dalla Campania in particolare. Nella letteratura latina rimane poco del teatro indigeno di derivazione Osca. Le Fabulae Atellanae, per esempio, introdotte probabilmente in Roma nel IV secolo a. C., erano così dette da Atella, cittadina osca della Campania. Queste erano brevi farse di intreccio buffonesco e osceno, con battute per lo più improvvisate, e affidate a personaggi fissi: PAPPUS il vecchio babbeo, MACCUS lo sciocco bonaccione, BUCCO la boccaccia, DOSSENNUS il gobbo imbroglione e mangione.
Si vuole che nella Satire I, 5 di Orazio, meglio nota come Viaggio da Roma a Brindisi, lo scontro verbale tra i due servi Sarmento e Cicirro sia scritto dal poeta con lo stile di una Atellana. 

Posté par graffiti_pompei à 23:01 - Commentaires [0] - Permalien [#]

Commentaires

Poster un commentaire